Alice Catapano

Curriculum Vitae

Alice Catapano, nata nel 1998. Inizia gli studi di danza nel 2002. Partecipa a numerosi stage di danza classica e contemporanea con insegnanti di fama internazionale. Nel luglio del 2012 partecipa all’audizione della scuola “Balletto di Toscana” diretta da Cristina Bozzolini, ottenendo una borsa di studio per la formazione. Nel settembre del 2017 entra a far parte della compagnia Junior BdT, oggi Nuovo Balletto di Toscana, per la produzione di “Bella Addormentata” di Diego Tortelli. Nel 2019 viene selezionata per la produzione del “Fernand Cortez” in collaborazione con il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, lavorando con Alessio Maria Romano. Nello stesso anno viene scelta per la produzione di “Cenerentola” di Jïri Bubenicek. Nel luglio del 2020 prende parte alla video produzione di “Inner Ballad” con regia di Cecilia Lentini e coreografie di Roberto Doveri. Nell’autunno partecipa alla produzione “Ombre” di Massimiliano Volpini e “il regno delle Ombre” di Michele Di Stefano, in attesa della prima al Teatro Goldoni di Firenze in co-produzione con il Maggio Musicale Fiorentino e al Teatro Sociale di Trento. L’anno successivo, con la Compagnia, inizia la parte di ripresa della produzione online “I(N)TERACTION” di Beatrice Ciattini e Niccoló Poggini, per poi sviluppare una versione live per il festival “Nutida” a Scandicci. Successivamente grazie all’ispirazione di Saverio Cona, sviluppa la sua produzione “Ipnosi”, la quale viene inserita nella produzione “Nutida”, nel  festival “Effetto48”, a Panicale e nel “Premio musica NEM – Nuovi Eventi Musicali” a Barberino Tavernelle, con la partecipazione del cantautore Diodato. Nell’autunno collabora alla realizzazione di un videoclip volto a valorizzare il patrimonio artistico di Palazzo Vecchio, insieme al cantautore Giovanni Caccamo. Nel 2022 viene scelta dal coreografo Karl Alfred Schreier, per l’opera “Die Fledermaus”, andata in scena al teatro del Maggio Musicale Fiorentino. Durante la primavera contribuisci alla produzione “Quatuor pour la fin du temps” di Mario Gil Bermúdez per poi andare in scena al Teatro Studio di Scandicci. Nell’estate accede al lavoro del coreografo Rubén Albelda Giner prodotto da JSH Produktions-, Marketing- und Service-GmbH. In luglio ha l’opportunità di lavorare col coreografo Antonio Colandrea per la produzione Mari Compulsi, inoltre le viene proposto di tornare al festival “Nutida”, decidendo di mettersi alla prova con un passo a due, nasce “Somnus” con la collaborazione di Matteo Capetola, per poi prendere parte alla rassegna “Intersezioni & Next Generation” a Parma. In ottobre ha avuto la possibilità di collaborare con la coreografa Arianna Benedetti per l’Opera “Don Giovanni” di W.A. Mozart diretto da Alessandro Cadario, con regia di Cristina Pezzoli, ripreso da Luca Orsini presso il Teatro del Giglio a Lucca e il teatro Goldoni di Livorno. Nel 2023 contribuisce alla realizzazione della produzione “Pierino e il Lupo” di Beatrice Ciattini e Niccoló Poggini. Nell’estate dello stesso anno, viene inserita per la terza volta al Festival “Nutida” con “Landscape”, con la partecipazione di Matteo Capetola. Ad oggi fa parte della compagnia “Nuovo Balletto di Toscana” di Cristina Bozzolini.

seguici su