Matilde Di Ciolo

Curriculum Vitae

Matilde Di Ciolo, nata a Pisa il 4 Ottobre 1997. All’età di 6 anni, si avvicina alla danza classica e successivamente alla danza moderna, presso la scuola “Proscaenium” di Pisa, diretta da Laura Silo, diplomata all’Accademia Nazionale di Danza a Roma. Nell’anno 2007 supera l’esame per il primo corso all’Accademia Nazionale di Danza a Roma. Dall’anno 2009 frequenta i corsi di danza presso la scuola Arabesque di Livorno, diretta da Nicoletta Papetti, dove ha la possibilità di approfondire gli studi di tecnica classica con la maestra Lucia Geppi e il maestro Alessandro Bigonzetti, e quelli di danza contemporanea con il maestro Eugenio Buratti. Nell’anno 2012 durante lo stage estivo alla Scuola Del Balletto di Toscana diretta da Cristina Bozzolini partecipa all’audizione per il dipartimento classico ottenendo la Borsa di Studio intera. Durante l’intero periodo formativo ha partecipato a vari stage con maestri di fama internazionale. A partire dal settembre 2014 entra a far parte dell’organico della compagnia Junior Balletto di Toscana, sotto la direzione artistica di Cristina Bozzolini, esibendosi nella produzione Giselle coreografato da Eugenio Scigliano, Romeo e Giulietta da Davide Bombana. Nello stesso periodo partecipa alle produzioni Peter Pan e Le Voyage con il gruppo Antitesi di Arianna Benedetti. Nel settembre 2017 prende parte alla produzione Bella Addormentata di Diego Torelli. A Gennaio del 2018 è stata scelta per la produzione Gaia di Enrique Gasa Valga direttore della Compagnia Tanz Tiroler Landestheater di Innsbruck. Nel corso dell’anno 2018 entra a far parte della compagnia Nuovo Balletto di Toscana diretto da Cristina Bozzolini esibendosi nella creazione Pulcinella di Arianna Benedetti, nell’opera Le Villi con coreografie di Susanna Sastro andato in scena al teatro del Maggio Musicale Fiorentino. Nel 2019 va in scena con Ma Mère L’Oye di Davide Bombana, con l’opera Aida di Giovanni Di Cicco danza al Teatro La Fenice di Venezia. In estate si esibisce con Lunatica di Roberto Doveri.
A Settembre dello stesso anno lavora con Alessio Maria Romano per l’opera Fernando Cortez al Maggio Musicale Fiorentino, nello stesso teatro pochi mesi dopo debutta con la produzione Cenerentola coreografata da Jìri Bubeníček. Viene scelta per l’opera Don Giovanni con coreografie di Arianna Benedetti. Nell’estate 2020 si esibisce al Festival Nutida con Inner Ballad di Roberto Doveri e Cecilia Lentini e con Between coreografata da lei e Matteo Capetola e Carmine Catalano. Nello stesso anno prende parte a Bayadère di Michele Di Stefano. Successivamente partecipa all’opera Die Fledermaus con coreografie di Karl Alfred Schreiner, orchestra diretta da Zubin Meta e alla creazione I(N)TERACTION – Live di Beatrice Ciattini e Niccolò Poggini. Nel 2022 debutta al Teatro Regio di Parma con la produzione Quatuor pour la Fin du Temps coreografata da Mario Bermùdez Gil con musiche dal vivo (D. Roscia, A. Aiello, L. Sapere, A. Siringo.) e danza in 4/4 di Beatrice Ciattini e Niccolò Poggini. Prende parte alla creazione di Philippe Kratz Midnight Youth andato in scena anche al Festival Nutida.

seguici su